CAFFETTIERE

Percolazione o Filtro

Epoca: 1810 - 1850
Sistema: Percolazione o Filtro
Le caffettiere a percolazione o filtraggio rappresentano il primo stadio evolutivo nella preparazione della bevanda rispetto al precedente e diffuso metodo della bollitura. Entrano nell’uso comune intorno al 1817 provenienti dalla Francia. L’acqua calda, scaldata separatamente in altro recipiente, viene versata nella caffettiera per filtrare (percolare) attraverso il caffè in polvere contenuto nel sacchetto di tela o nel cestello di metallo traforato (filtro). Il fornello ad alcool, o il braciere per il carbone, posti alla base delle caffettiere hanno la sola funzione di mantenere calda la bevanda. Questa viene versata in tazza mediante l’apposita spina.

Epoca: 1890 - 1900
Sistema: Percolazione o Filtro
Caffettiere Francesi e Italiane costruite in latta stagnata con pomello in ceramica o legno. Questo tipo di caffettiera diventò molto popolare in Francia. Il sistema a filtro evitava la bollitura del caffè che ne alterava le caratteristiche organolettiche. Inoltre la caffettiera era di semplice realizzazione e uso, tanto che poteva essere realizzata in economica latta stagnata, in ceramica o altri metalli. La caffettiera è divisa in due parti: una parte superiore contenente un filtro alla base, e una parte inferiore munita di beccuccio con tappo di chiusura. Il caffè macinato viene messo sopra il filtro della parte superiore e pressato con un pestello, in modo che l’acqua passi molto lentamente attraverso la polvere ed estragga tutti gli aromi. Quando l’acqua bollente viene versata sopra, il procedimento di filtrazione e infusione è ulteriormente ritardato dalla resistenza dell’aria imprigionata nella parte sottostante dal tappo del beccuccio. Quando la polvere di caffè è completamente impregnata d’acqua il tappo del beccuccio viene sollevato, oppure, come illustrato in uno dei modelli, viene aperta la valvola a “farfalla” posta sopra al filtro e il caffè filtra nel recipiente sottostante.
Epoca: 1940 - 1960
Sistema: Percolazione o Filtro
Caffettiere Francesi a filtro realizzate in ceramica, alluminio e ottone cromato.

Epoca: 1920 - 1960
Sistema: Percolazione o Filtro
Vari minifiltri monotazza fabbricati in Germania e Francia. Un sistema molto semplice e pratico per ottenere una tazza di caffè, senza però molte pretese in fatto di corpo e intensità dell’infuso. Usate anche per la preparazione di tè e tisane.

Epoca: 1900 - 1910
Sistema: Percolazione o Filtro
Semplice caffettiera a filtro di fabbricazione tedesca in latta stagnata con targhetta in ottone “Original ARNDT’SCHE Caffee – Aufgussmachine”. Capacità quattro tazze. Questo tipo di caffettiera, caricata della polvere di caffè nell’apposito filtro, doveva essere posta sopra ad un bricco e poi riempita di acqua bollente. La scheda originale che accompagna la caffettiere illustra le modalità d’uso e dichiara che con tale apparato si ottiene il miglior caffè con il minor utilizzo di macinato.

Epoca: 1900 - 1910
Sistema: Percolazione o Filtro
Caffettiera “The Baker” fabbricata in latta nichelata a Minneapolis, U.S.A., con filtro interno in tela sorretto da cestello metallico. Riporta inciso il suo brevetto del 1902, anche se, di fatto, si tratta dello stesso apparato già in uso in Francia dai primi anni del 1800.
“MUMAC è questo per me: il coronamento del sogno di un ragazzo di 18 anni iniziato in un mercatino e che ancora oggi continua”.
Enrico Maltoni, il collezionista
© Collezione Enrico Maltoni | Tutti i diritti riservati
P.Iva 03157790407 Privacy Policy
info@espressomadeinitaly.com












Credits TITANKA! Spa © 2015